Assemblea della formazione verso lo sciopero femminista, 29 gennaio

formazione

Martedì 29 gennaio alle 11.00 al Polo Fibonacci si terrà un primo momento di incontro, con un focus sull’ambiente universitario e sul mondo della formazione, verso lo sciopero dell’8 marzo.

Come Non Una di Meno e gruppo in espansione di formazione e educazione, in vista di quello che sarà il terzo sciopero globale femminista dell’8marzo, vorremmo iniziare a riflettere insieme su come viviamo e cosa pensiamo dell’ambiente universitario e del ciclo della formazione nel nostro paese.

Dopo anni che attraversiamo questi ambienti sentiamo sempre di più l’esigenza di intrecciare relazioni e confrontarci rispetto alla violenza di genere e simbolica che l’accademia, al pari degli altri luoghi di lavoro e di crescita, riproduce.

Non ci scordiamo del professore Strumia, caso che per noi rimane la punta di un iceberg ben nascosto nei corridoi, negli uffici e nei posti di lavoro dell’università e che investe tutt* indistintamente; per quanto prevedibili, ci ricordiamo le testimonianze di Vincenzo Barone, oramai ex direttore della Normale che denuncia una disparità di genere ammettendo, in maniera molto vaga, la difficoltà di assumere donne nei gradi di livelli accademici più alti.
Non ci scordiamo dell’arrogante decisione dell’amministrazione comunale di chiudere la sezione 3 anni della scuola dell’infanzia Rosa Agazzi de I Passi, esperienza di formazione decennale e scuola con orari di apertura che vanno incontro ai bisogni delle madri e delle famiglie.

Ciò che più ci interessa è porre al centro della questione quella che invece è la nostra percezione ed esperienza per farne un racconto che vede protagoniste chi attraversa questi ambienti tutti i giorni.
In questa assemblea aperta a tutti e a tutte vorremo portare avanti un lavoro fatto di indagine, autoinchiesta e condivisione rispetto a quella che è la vita degli studenti e delle studentesse, delle lavoratrici e dei lavoratori, che si svolge spesso nel disagio e nel sentimento di inadeguatezza.

Nello stato di agitazione permanente verso l’8marzo troviamo collettivamente degli spazi, degli strumenti e il sostegno di cui abbiamo bisogno.
Ci incontriamo martedì 29 al polo Fibonacci alle ore 11!