Ciao Salvatore!

foto-salvatore-Ricciardi

Riportiamo il comunicato dello Spazio Antagonista Newroz che ricorda Salvatore Ricciardi dopo la sua scomparsa nella giornata di ieri. Salvatore, militante e attivista dei movimenti sociali e della storica emittente Radio Onda Rossa, era venuto a Pisa numerose volte negli spazi di movimento della città di Pisa, per presentare l’agenda “scarceranda” ed  i quaderni di inchiesta sulla situazione nelle carceri italiane,

Apprendiamo ora che il compagno Salvatore Ricciardi ci ha lasciati.
Una banale caduta, costole incrinate, difficoltà respiratorie. Il suo cuore tenace non ce l’ha fatta.
Ricoverato dall’8 marzo al Policlinico di Roma, ci ha lasciato oggi, 9 aprile.
Le compagne e i compagni di Pisa salutano Salvo ancora una volta.
Lo abbiamo avuto con noi per tanti anni, l’ultima volta a dicembre.
Lo abbiamo conosciuto nel 1997 a Pisa, in sospensione pena per motivi di salute.
Non ci siamo più lasciati: le presentazioni di “Scarceranda”, come quella del suo libro “Maelstrom”, i dibattiti sul carcere. Ma oltre e ancor più a conquistarci sono state la sua sensibilità, la disponibilità, l’arguzia, la generosità, l’attenzione ai movimenti e alle nuove generazioni di compagne e compagni.
Salvatore Ricciardi, compagno da sempre, disponibile a parlare di futuro e a confrontarsi con le compagne e i compagni sul passato, mantenendo una capacità non banale di critica e autocritica.
Salvo se n’è andato in questo momento di solitudine collettiva che nega anche la possibilità di salutare chi tanto ha inciso nelle nostre vite. Ora ci stringiamo a Tania e al suo dolore.
Verrà anche il momento in cui potremo salutarti insieme, come è giusto dopo una vita di lotta.
Ti abbracciamo, Salvo. Le nostre bandiere oggi sono al vento.

Le compagne e i compagni dello Spazio Antagonista Newroz di Pisa