Recapitata la prima raccolta di aiuti da Pisa

sisma

Sono partiti stamattina presto i primi 5 furgoni contenenti i beni raccolti fra Pisa e provincia per le popolazioni colpite dal terremoto. Tanto il materiale accumulato in questi giorni ai punti di raccolta, tra cui il Newroz, Exploit, il circolo Il Botteghino di Pontedera, che è stato consegnato al magazzino di Colli del Tronto e allo spaccio popolare di Amatrice, gestiti dalle Brigate di Solidarietà Attiva.

carico sismaLe BSA sono un’organizzazione nata in seguito al terremoto dell’Aquila, che agisce nei luoghi teatro di catastrofi di questo tipo sostenendo l’autonomia e l’autorganizzazione dei soggetti colpiti, più che la semplice assistenza. In questo caso, dopo aver allestito alcuni magazzini e punti di distribuzione di beni nelle zone colpite dal terremoto, grazie alla solidarietà giunta da tutta Italia, le BSA hanno rallentato la raccolta di aiuti e lanciato un appello per organizzare la partecipazione di volontari, che pubblichiamo integralmente.

+++ CHIAMATA VOLONTARI +++

Ad una settimana dal nostro intervento nelle zone colpite dal Terremoto del Centro Italia, siamo attualmente presenti sul territorio di Acquasanta con all’attivo una cucina che già da due giorni ci permette di erogare più di 300 pasti fra pranzo e cena, saranno inoltre operativi a breve due spacci popolari che serviranno le zone di Acquasanta, Amatrice e le frazioni limitrofe col servizio “Volante Rossa”, tramite il quale in modo capillare stiamo tra la gente, soprattutto nei luoghi di autogestione dell’emergenza : portiamo cibo, vestiario, prodotti per l’igiene, ascoltiamo e cerchiamo il confronto e la condivisione delle vere informazioni.

C’è tanto lavoro pratico da fare, ma non solo: siamo una realtà che non ama fare assistenzialismo puro. Come Brigate di Solidarietà Attiva prediligiamo le pratiche, ma lo facciamo sempre cercando di favorire processi di autorganizzazione e aggregazione sociale, seguendo i principi di antirazzismo, anticapitalismo e antifascismo che da sempre caratterizzano il nostro Statuto e la nostra azione politica.

Per questo, a fronte del lavoro che ci aspetta nei prossimi mesi e per rispondere alle tantissime disponibilità arrivateci da ogni parte d’Italia invitiamo chiunque si riconosca nel nostro Statuto e voglia unirsi al corpo volontari di comunicarlo alla seguente mail: volontaribsa@gmail.com, indicando:

– Nome e Cognome
– Numero di telefono
– Luogo e data di nascita
– Città di provenienza
– Giorni di disponibilità (Per una migliore gestione dei turni dei volontari, si richiedono disponibilità della durata di minimo 4 e massimo 7 giorni.)
– Se si è auto-muniti
– Competenze e professionalità particolari (idraulici, elettricisti, cuochi/e ect).
– Se si è più di una persona, indicare riferimenti e ogni altra indicazione richiesta per ogni componente del gruppo.

Invitiamo nuovamente tutti e tutte a non partire isolatamente senza comunicazione e di far riferimento solo e soltanto alla mail volontaribsa@gmail.com.

DIFFONDETE GRAZIE!

Share