Aggiornamenti dall’ospedale di Al Awda a Gaza

Riportiamo di seguito il testo dello Spazio Antagonista Newroz che aggiorna sulla situazione sanitaria a Gaza. Negli anni l’ospedale di Al Awda è stato sostenuto anche tramite gli eventi “Ora Basta” organizzati a Pisa in ricordo di SciàScià.

136 giorni da quando Amhed Muhanna è stato arrestato. 
Mesi di conflitto durissimo, nel quale i bombardamenti israeliani hanno provocato decine e decine di migliaia di vittime. 
L’ospedale Al Awda a Jabalia a nord della striscia di Gaza è stato commissariato dall’esercito israeliano e i sui medici ed operatori arrestati per il supporto quotidiano che portano ai migliaia civili feriti, in condizioni di totale impraticabilità dell’area.  L’ospedale continua a lavorare nonostante ai bombardamenti si siano aggiunti gli arresti di tutto lo staff.
Questo ospedale ha già in passato ricevuto sostegno tramite gli eventi di “Ora basta” organizzati in ricordo di Andrea Sciascià. Oggi più che mai è importante supportare il sistema sanitario all’interno della Striscia.

“Adesso sono tra centinaia di prigionieri
Aggiungo i miei pugni ai loro pugni
Adesso mi sento forte
E batterò la mia cella
Sì, non moriremo. Sì, vivremo
Anche se le catene ci mangiano le ossa
Anche se le sferzate dei tiranni ci fanno a pezzi
Anche se danno fuoco ai nostri corpi”

#FreeahmedMuhanna
#freeAwdaStaff

Per rimanere aggiornatə la pagina Facebook AWDA Health & Community Association

Share