2 giugno 2024: il No Base ritorna ai Tre Pini. Il programma

di Movimento No Base, nè a coltano nè altrove

Anche quest’anno il 2 giugno continueremo a mobilitarci contro la costruzione di una nuova base militare a Pisa. Il progetto di maxi base previsto per Coltano è stato spacchettato tra San Piero a Grado, Pontedera e a Coltano… ma ancora si sa poco e nulla: il progetto non è mai stato reso pubblico così come i costi e i tempi di realizzazione. 

Continuiamo a lottare perché a San Piero già è presente una grande base militare (ex-CISAM) che “ospita” anche residui radioattivi mai smaltiti. 

Continuiamo a lottare perché non vogliamo che il nostro territorio ospiti altre basi: NESSUNA BASE PER NESSUNA GUERRA è il nostro motto sin dai primi giorni di mobilitazione. 

Continuiamo a lottare perché per costruire queste opere mortifere vorrebbero continuare a distruggere il Parco di San Rossore, già attaccato da tanti fronti. 

Continuiamo a lottare perché le enormi risorse che i governi di tutto il mondo stanno investendo in armamenti, guerre e tecnologie militari devono essere utilizzati per la società, l’ambiente, la salute e l’istruzione. 

Il 2 giugno inaugureremo ai Tre Pini un presidio no base di pace!

PROGRAMMA

Ore 9.30 partenza della biciclettata dal centro città ai tre pini

(per chi ci vuole raggiungere direttamente al presidio ore 10.30)

Ore 12.00 Inaugurazione del presidio di pace no base!

Ore 13.00 pranzo

Ore ore 14.00 passeggiate naturalistiche “Dove nascono gli alberi?” 

sempre dopo pranzo torneo di roverino e costruzione di aquiloni con arciragazzi!

Ore 16.00 tavola rotonda “A che punto siamo?”

Interventi e aggiornamenti su:

  • Qual è la situazione della militarizzazione sul territorio pisano livornese? Dalla base militare alla Darsena Europa. 
  • Il parco naturale: che natura tra militarizzazione e cementificazione? 
  • Il ruolo dell’università nei processi di militarizzazione del territorio e della ricerca
  • Risorse sociali per le guerre? No, grazie. 

Ore 19.00 ripartenza con le biciclette verso la città.

Share